Attualità



abilis-news-plateforme-sante-facilite-vie-pharmacien

Cartella informatizzata del paziente: la Confederazione certifica Abilis, l’unica comunità di riferimento indipendente e nazionale

20 dicembre 2021 – La società KPMG, incaricata dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), ha appena annunciato l’avvenuta certificazione della comunità di riferimento Abilis e della sua piattaforma che consente l'accesso alla cartella informatizzata del paziente (CIP). La particolarità di questa comunità consiste in una rete di farmacie, ripartite in tutto il Paese, che promuoveranno l’utilizzo della CIP da parte della popolazione. È l’unica a offrire un’app mobile e un accesso immediato, a partire dall’apertura della CIP, al piano di medicazione elaborato dalla sua farmacia Abilis. Dopo un periodo di prova nel primo trimestre 2022, la CIP Abilis sarà progressivamente lanciata per raggiungere, entro fine anno, oltre 400 farmacie in Svizzera, in grado di proporre a un'ampia fetta di popolazione sia la generazione di un identificativo elettronico protetto (eID), sia l'apertura di una CIP.

La comunità di riferimento Abilis ha ricevuto oggi la certificazione della Confederazione, la quale attesta che soddisfa le condizioni tecniche e organizzative della LCIP. Essa potrà quindi proporre la propria cartella informatizzata del paziente, CIP Abilis, a un’ampia fetta di popolazione.

Per il dott. Mario Magada, direttore generale di Ofac, la cooperativa dei farmacisti all’origine di Abilis: «Questa certificazione è il culmine di lunghi mesi di duro lavoro teso a soddisfare le elevate esigenze della Confederazione e proporre ai pazienti un servizio assolutamente sicuro. La nostra comunità di riferimento contribuirà sicuramente a una buona accettazione della CIP tra la popolazione. Potrà, infatti, contare sulla partecipazione delle farmacie Abilis Partner, in grado di garantire un’ampia copertura del Paese, che accompagneranno i cittadini attraverso le varie fasi che spaziano dall’adesione e la creazione dell’eID all’apertura della CIP. Essendo completamente indipendente, Abilis è inoltre l’unica comunità di portata nazionale in grado di adeguarsi alla mobilità degli svizzeri.»

Di conseguenza a un cittadino basterà recarsi in una delle farmacie che propongono la CIP Abilis, munito di un documento d’identità. Il cittadino sarà poi assistito dal team della farmacia, che lo aiuterà a generare il suo identificativo sicuro (eID) e aprirà per lui una CIP.

Questa facilità di adesione è stata sottolineata dalla direttrice dell’UFSP, Anne Lévy, in occasione di una dimostrazione effettuata un mese fa: «Sono rimasta colpita dalla semplicità dell’inserimento del paziente nella piattaforma CIP Abilis. Tutto viene effettuato in farmacia dove il farmacista accompagna il paziente passo dopo passo. Quest’ultimo esce dalla farmacia, qualche minuto più tardi, munito dell’accesso sicuro alla sua cartella informatizzata appena aperta. Per il successo della CIP tra la popolazione è essenziale che la sua apertura sia il più semplice e rapida possibile.»

«La CIP Abilis mette in evidenza la missione e il lavoro delle farmacie. Queste ultime costituiscono un canale ideale per far aderire la popolazione alla CIP grazie al loro numero importante, alla loro presenza capillare in tutto il Paese, alla loro prossimità ai pazienti e alla competenza dei loro team in materia di salute», stima Martine Ruggli-Ducrot, presidente di pharmaSuisse, parte integrante, accanto a Ofac, della comunità di riferimento Abilis.

Tramite un computer o un’app mobile (Abilis è l’unica comunità di riferimento che propone un accesso mobile) i pazienti avranno accesso a tutti i documenti medici e alle informazioni relative alla loro salute che i professionisti della salute affiliati alla CIP vi avranno integrato. La CIP Abilis aumenta la sicurezza, l'efficacia e l’efficienza dei trattamenti, aumentando l’implicazione dei pazienti nelle loro cure. Il tutto in un ambiente tecnologico ultra protetto e certificato che soddisfa così gli obiettivi fissati dalla Confederazione.

La CIP Abilis è complementare alla piattaforma Abilis eHealth. Lanciata circa 18 mesi fa, Abilis eHealth propone prestazioni supplementari ai pazienti, trattati per malattie croniche o acute, ed è in grado di facilitare l'accesso alle cure tramite la loro farmacia e di ottimizzare il follow-up terapeutico dei loro trattamenti. Un solo e unico eID permette inoltre al paziente di accedere alle due piattaforme.


A proposito di Ofac:


Ofac è la cooperativa professionale dei farmacisti svizzeri. Fondata nel 1963 a Ginevra, si occupa delle mansioni amministrative della farmacia, in particolare nell’ambito della fatturazione delle ricette agli assicuratori malattie. Ogni anno, vengono emessi 15 milioni di fatture pari a un importo superiore a 2 miliardi di franchi.

Ofac riveste oggi un ruolo chiave nello sviluppo della sanità digitale, soprattutto con la sua piattaforma Abilis e le sue prestazioni di aiuto al follow-up dei pazienti.

Abilis SA è una società indipendente fondata da Ofac con la partecipazione di pharmaSuisse.

ABILIS Comunità di riferimento nazionale e interprofessionale della medicazione SA
3097 Liebefeld, info@abilis.ch

Ofac società cooperativa, casella postale 6345, 1211 Ginevra 6 – info@ofac.ch

Informazioni:
Servizio stampa Ofac, carlos.sanchez@ofac.ch, 079 254 03 73

icon_arrow-top.svg